Tomografia computerizzata (TAC)

La tomografia computerizzata (TAC) è disponile dalla metà degli anni ’70 e ha rivoluzionato l’imaging medicale. Oggi vengono eseguiti quotidianamente milioni di esami in tutto il mondo per supportare i medici nelle loro diagnosi. Nelle situazioni di emergenza, ad esempio, si utilizza spesso la TAC perché può fornire informazioni in tempi molto brevi, fattore essenziale per prendere decisioni appropriate sui trattamenti.

La componente centrale di un’apparecchiatura TAC è il “gantry”, una struttura circolare rotante, che monta un tubo radiogeno su un lato e un rilevatore sul lato diametralmente opposto. Durante la rotazione del gantry, che fa girare il tubo radiogeno e il rilevatore intorno al paziente, viene erogato un fascio di raggi X a forma di cono. Durante la rotazione del gantry, vengono effettuate alcune migliaia di proiezioni del corpo del paziente per ogni rotazione che sono poi composte in un’immagine in sezione trasversale del corpo (Figura 1)1. Utilizzando questi dati, è possibile creare una visualizzazione 3D e ricostruzioni da angolazioni diverse del corpo.

Fig. 1: Principio della tomografia computerizzata con la sorgente di raggi X e il rilevatore che ruotano insieme intorno al paziente. I dati sono  acquisiti in modo continuo durante la rotazione.

Fig. 1: Principio della tomografia computerizzata con la sorgente di raggi X e il rilevatore che ruotano insieme intorno al paziente. I dati sono acquisiti in modo continuo durante la rotazione.

Le scansioni TAC forniscono molti più dettagli delle radiografie convenzionali, in particolare nel caso di vasi sanguigni e tessuti molli, come organi interni e muscoli. Una parte dell’energia del fascio a raggi X è assorbita quando attraversa il corpo. Questo processo viene descritto come attenuazione del fascio di raggi X. Così come per l’imaging a raggi X, questa attenuazione dipende dal tessuto attraversato dai raggi X. Le ossa appaiono bianche perché l’attenuazione dei raggi X nelle ossa è molto elevata. Per l’aria è vero il contrario, così l’aria appare nera nell’immagine ricostruita. Nelle attuali acquisizioni TAC è anche possibile applicare un codice a colori per la visualizzazione dei dati come mostrato nella Figura 22. L’esecuzione di un esame TAC richiede alcuni secondi o anche solo frazioni di secondi. Per alcune  tipologie di  TAC, prima dell’esame viene iniettato per via endovena uno speciale mezzo di contrasto, che consente una valutazione più approfondita degli organi e dei vasi sanguigni (Figura 22). Questa preparazione per l’esame può richiedere un tempo aggiuntivo. L’esame TAC può fornire immagini di qualsiasi parte del corpo, compresi cuore, polmoni e addome. Gli esami TAC sono inoltre fondamentali per la valutazione delle lesioni scheletriche, in quanto anche le ossa più piccole sono visualizzate chiaramente.

 Fig. 2: L’esame TAC fornisce immagini molto dettagliate, per esempio dei vasi sanguigni e degli organi interni, utilizzando una dose di radiazione relativamente bassa. Questa immagine da un’acquisizione TAC dell’intero torace e addome è stata effettuata in meno di 1 secondo con soli 20 mL di mezzo di contrasto e una dose di radiazione di 2.32 mSv.

Fig. 2: L’esame TAC fornisce immagini molto dettagliate, per esempio dei vasi sanguigni e degli organi interni, utilizzando una dose di radiazione relativamente bassa. Questa immagine da un’acquisizione TAC dell’intero torace e addome è stata effettuata in meno di 1 secondo con soli 20 mL di mezzo di contrasto e una dose di radiazione di 2.32 mSv.

Durante l’esame il paziente rimane steso su un lettino che viene spostato attraverso il gantry dell’apparecchiatura TAC per effettuare l’esame. L’esame TAC è indolore ed è sicuro per i portatori di pacemaker.

Gli esami TAC sono fondamentali nelle emergenze perché forniscono informazioni in tempi molto rapidi. Ciò è importate, ad esempio, per la valutazione di ictus, lesioni celebrali, disturbi cardiaci e lesioni interne. Inoltre, la breve durata dell’esame è un grande vantaggio nel caso di pazienti che hanno difficoltà a rimanere immobili, come ad esempio i bambini. La TAC è un esame molto importante per la diagnosi del cancro e per gli esami di controllo necessari per approfondire diversi quesiti clinici. L’esame TAC normalmente richiede una dose di radiazione superiore rispetto a un esame di radiografia convenzionale. Tuttavia l’esame TAC fornisce informazioni più dettagliate. I medici e le aziende che producono queste apparecchiature medicali operano in modo da ridurre al minimo la dose di radiazioni. Allo stesso modo delle radiografie convenzionali, gli esami TAC sono sconsigliati in gravidanza, a meno che l’esame non sia assolutamente necessario.


1. Modificato in base a: http://media.wiley.com/product_data/excerpt/63/04712376/0471237663.pdf (Ultima visita: 09 maggio, 2016).
2. Immagine cortesia dell’Università Medical Centre Mannheim, Germania (SOMATOM Force).