Imaging a ultrasuoni

L’imaging a ultrasuoni (sonografia) è una procedura medica diagnostica che utilizza onde meccaniche acustiche ad alta frequenza per produrre immagini dinamiche di organi, tessuti o flusso sanguigno all’interno del corpo. Le onde acustiche vengono trasmesse nella direzione dell’area da esaminare e gli eco di ritorno vengono catturati per fornire un’immagine in tempo reale dell’area.

Gli ultrasuoni hanno numerosi vantaggi che li rendono particolarmente adatti in numerose situazioni, per esempio lo studio della funzione in tempo reale di strutture in movimento. Gli ultrasuoni possono essere usati per esaminare molte parti del corpo, come l’addome, il cuore, i vasi sanguigni, il seno, i muscoli, le arterie carotidi e il sistema riproduttivo femminile, nonché per applicazioni di diagnostica in gravidanza e prenatale (Figura 1)1.

Fig. 1: Immagine a ultrasuoni tridimensionale (3D) prenatale che mostra la testa, le braccia e una mano del nascituro

Fig. 1: Immagine a ultrasuoni tridimensionale (3D) prenatale che mostra la testa, le braccia e una mano del nascituro

La tecnica a ultrasuoni si basa sul sonar e utilizza un’apparecchiatura con un computer integrato per creare immagini a ultrasuoni. Un trasduttore viene collocato nell’area del corpo che si desidera visualizzare. Le onde acustiche di ritorno, o echi, vengono elaborate dal computer e convertite in immagini.

La tecnica a ultrasuoni utilizzata per esaminare il cuore è detta ecocardiografia e consente la visualizzazione delle valvole cardiache e del flusso sanguigno.

1. Provided by Siemens