Sintesi

Quotidianamente siamo tutti esposti  alle radiazioni ionizzanti, che arrivano dal sole, dalla terra e dal cosmo. A volte, inoltre, possiamo essere esposti alle radiazioni durante un esame medico, per esempio un esame a raggi X.

Possiamo fare poco per ridurre l’esposizione alle radiazioni naturali senza sconvolgere la normale routine o il nostro stile di vita. Quando si tratta invece dell’esposizione alle radiazioni degli esami medici, tutti possiamo  avere un ruolo importante: i produttori delle apparecchiature, i medici e i tecnici radiologi, cioè gli operatori delle apparecchiature, e anche la persona esaminata.

I produttori dell’apparecchiatura per l’imaging medicale operano in modo da mantenere la quantità di radiazioni emessa dai dispositivi al livello più basso ragionevolmente possibile, senza compromettere la qualità delle informazioni per i medici. Per mantenere al minimo l’esposizione alle radiazioni di pazienti e staff medico, e al di sotto dei limiti normativi, i produttori si basano sul principio ALARA (As Low As Reasonably Achievable), utilizzando cioè il livello più basso di radiazioni ragionevolmente possibile nella progettazione delle apparecchiature. Sono applicati alcuni principi di base: utilizzare i componenti e le tecnologie disponibili più efficienti dal punto di vista della dose di radiazioni; definire parametri tecnici per i protocolli di esame ottimali per il paziente e per la qualità dell’esame e schermare le parti del corpo che non rientrano nell’esame.

In ospedale o in ambulatorio, il medico e il tecnico radiologo sono parimenti responsabili della riduzione della dose di radiazioni. Per il medico,  significa, ad esempio, accertarsi che sia stato prescritto l’esame appropriato e solo se assolutamente necessario e giustificato. Per il radiologo, significa ottimizzare attentamente la dose di radiazioni utilizzata durante ogni esame.

Come paziente o genitore di un bambino esaminato, potete contribuire  alla riduzione della dose seguendo accuratamente le istruzioni che vi fornisce lo staff medico. Se dovete eseguire controlli regolari o siete in cura da medici diversi, è utile mantenere una documentazione personale degli esami radiografici in modo da avere sempre a disposizione la vostra “cronologia degli esami di imaging” da sottoporre ai medici. Troverete ulteriori informazioni su ciascuno di questi argomenti nelle rispettive sezioni.

  • What manufacturers do

    Cosa fanno i produttori

    I produttori di apparecchiature per imaging medicale operano in modo da mantenere la dose di radiazione emessa dalle apparecchiature prodotte al livello più basso ragionevolmente possibile, senza compromettere la qualità e il dettaglio delle informazioni per i medici.

  • Fig. 1:

    Cosa fanno i professionisti del settore sanitario

    Dal valutare la necessità di una diagnosi basata su esami di imaging all’ottimizzare le condizioni d’esame, medici e radiologi operano in modo da mantenere al minimo l’esposizione dei pazienti alle radiazioni.

  • Fig. 1:

    Cosa possono fare i pazienti

    I pazienti possono contribuire in vari modi a ridurre l’esposizione alle radiazioni prima, durante e dopo gli esami medici.

  • Fig. 1:

    Cosa possono fare i genitori

    L’effetto delle radiazioni sui bambini, con il corpo e gli organi interni ancora in via di sviluppo, è diverso da quello sugli adulti e si devono fare considerazioni speciali riguardo all’imaging medicale.

Ultimo aggiornamento: Sep 6, 2013

Informazioni mediche affidabili

Questo sito web ha richiesto la certificazione HONcode della Health On the Net Foundation, un'organizzazione indipendente che promuove la pubblicazione online di informazioni mediche di qualità, obiettive e trasparenti secondo l'etica del codice HONcode.