Radiazioni naturali

Le radiazioni naturali, anche dette fondo di radiazioni naturali, corrispondo mediamente a circa il 50% della nostra esposizione. Si trovano negli alimenti che consumiamo, nell’acqua che beviamo e nei materiali che utilizziamo per costruire gli edifici, mentre le radiazioni terrestri provengono anche da terreni ricchi di uranio naturale e forme naturali di energia, come petrolio e gas. Tutto ciò influenza la nostra esposizione alle radiazioni.

Radiazioni naturali

Oltre alle radiazioni terrestri, siamo esposti alle radiazioni cosmiche che provengono dallo spazio e che aumentano con l’altitudine. L’esposizione alle radiazioni cosmiche aumenta con l’altitudine, ovvero all’aumentare dell’altezza sul livello del mare. Gli abitanti di La Paz, Bolivia, ad esempio, 3.650 m sopra il livello del mare, sono maggiormente esposti alle radiazioni cosmiche rispetto agli abitanti di Amsterdam, Paesi Bassi, che sono a livello del mare.

La principale sorgente di radiazioni ionizzanti a cui siamo esposti è un gas radioattivo naturale, il radon, che è prodotto dal decadimento radioattivo dell’uranio, presente sin dall’origine del nostro pianeta, e che ha un’emivita di 4,5 miliardi di anni. Di conseguenza, il radon continuerà ad essere presente sulla Terra anche in futuro agli stessi livelli di oggi.1 Il radon può accumularsi negli edifici, specialmente in aree confinate, per cui la maggior parte della nostra esposizione avviene al chiuso. La sua concentrazione varia a seconda dei luoghi, ma nessuno di noi può evitarlo.2

1. Toxicological profile for radon. Agency for Toxic Substances and Disease Registry, U.S. Public Health Service, Atlanta, 1990.
2. A citizen’s guide to radon: the guide to protecting yourself and your family from radon. United States Environmental Protection Agency, Washington D.C., 1992.

Ultimo aggiornamento: Sep 10, 2013

Informazioni mediche affidabili

Questo sito web ha richiesto la certificazione HONcode della Health On the Net Foundation, un'organizzazione indipendente che promuove la pubblicazione online di informazioni mediche di qualità, obiettive e trasparenti secondo l'etica del codice HONcode.